Affidamenti illeciti: BELLUCCI, basta ritardi su Commissione inchiesta

Affidamenti illeciti: BELLUCCI, basta ritardi su Commissione inchiesta

carabinieri reggio emilia

(AGI) – Roma, 27 giu. – “Come capogruppo della bicamerale Infanzia e adolescenza, sto presentando un’interrogazione urgente al ministro Fontana, delegato alla Famiglia, e al ministro Di Maio, delegato alle Politiche sociali, per chiedere spiegazioni sull’inaccettabile ritardo nell’istituzione della commissione d’inchiesta e su come intendano intervenire per mettere fine a violenze inaccettabili a danno dei più piccoli”.

Lo annuncia Maria Teresa BELLUCCI, capogruppo FdI in commissione Affari Sociali ala Camera e nella bicamerale Infanzia e adolescenza, spiegando di aver appreso “con sgomento quanto emerso dall’indagine Angeli e Demoni.

Diciotto persone, tra cui il sindaco Pd di Bibbiano (Reggio Emilia) Andrea Carletti, politici, medici, assistenti sociali, liberi professionisti, psicologi e psicoterapeuti di una Onlus di Torino, hanno messo in scena un film dell’orrore, caratterizzato anche da abusi e violenze sessuali, e che per questo sono stati stati raggiunti da misure cautelari dai carabinieri di Reggio Emilia”, aggiunge.

“Un dramma – rileva ancora – che ricorda gli orrori della Comunità Il Forteto e che aveva visto FdI richiedere fortemente una commissione d’inchiesta volta anche al monitoraggio puntuale delle case famiglie in materia di affido di minori e che, nonostante abbia visto la conclusione dell’iter di approvazione legislativo, è ancora drammaticamente dal mese di febbraio in attesa di istituzione”. (AGI)

[VIDEO] Giornata mondiale per la lotta alla droga, Bellucci (Fdi): “Serve intervento concreto”

Ascolta la mia intervista rilasciata quest’oggi all’agenzia Vista, in occasione della 32^ Giornata Mondiale di Lotta alla Droga

Roma, Bellucci (FdI): Lotta alla droga, Raggi è senza vergogna

Lotta alla droga, Raggi è senza vergogna

Milano, 26 giu. (LaPresse) – “In occasione della Giornata mondiale di lotta alla droga, Virginia Raggi, dimostrando di essere senza vergogna, la celebra recandosi al Ceis con il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e dichiara di essere grata a chi quotidianamente impegna il proprio tempo per aiutare le persone.

Mi corre l’obbligo ricordare al sindaco Raggi che è proprio lei che lo scorso mese ha chiuso l’Agenzia capitolina sulle tossicodipendenze, ha azzerato i servizi di lotta alla droga nella Capitale d’Italia, eliminato 150 posti di lavoro e ha messo in strada anche chi, con professionalità e a fronte di un reinserimento sociale ben riuscito, portava a casa con dignità uno stipendio frutto dell’operosità per il Bene Comune; ha anche sprecato 3milioni di euro del bilancio di Roma e non ha utilizzato 2 milioni di euro provenienti dalla Regione Lazio per interventi di prevenzione, cura e trattamento delle dipendenze di cui erano già stati fatti gli avvisi pubblici.

La Raggi, l’unica cosa che azzecca è il ringraziamento ai volontari, divenuti tali perché gli ha sottratto il posto di lavoro.

Caro Sindaco, tristemente il mondo conosce la tua incompetenza amministrativa ma pensavo avessi imparato che l’onestà sia atto dovuto per qualunque cittadino, così come che la sensibilità sia intrinseca a qualunque persona abbia a cuore la Cosa Pubblica e la Persona. Duole riscontrare,invece, quanta ipocrisia e pochezza si nasconda in alcune dichiarazioni ufficiali. Per Roma, per i romani e per l’Italia, un atto d’amore e un sussulto di amor proprio: dimettiti! Liberi da Virginia, liberi dalle droghe”.

È quanto dichiara Maria Teresa BELLUCCI, capogruppo della XII commissione Sanità e Affari sociali, deputato e responsabile nazionale del dipartimento Dipendenze di Fratelli d’Italia.

[VIDEO] Droga, BELLUCCI (FDI): dati drammatici, NO senza se e senza ma

Droga, BELLUCCI (FDI): dati drammatici, NO senza se e senza ma

(9Colonne) Roma, 26 giu – “Oggi è la trentaduesima Giornata mondiale di lotta alla droga, e io sono qui come deputata di Fratelli d’Italia insieme ai volontari del Modavi, della Comunità Incontro, di Ecoitaliasolidale per esprimere vicinanza e impegno nella lotta alla droga e per una vita libera dalla droga”.

Così in un’intervista a 9colonne la deputata di Fratelli d’Italia Maria Teresa BELLUCCI, che oggi a Piazza Montecitorio ha preso parte a una manifestazione per affermare che “libertà non è quella di drogarsi ma poter vivere liberi dalle droghe”. “Purtroppo – aggiunge la deputata, componente della Commissione Affari sociali di Montecitorio e di quella parlamentare per l’Infanzia e l’Adolescenza – i dati sono drammatici in Italia: nel nostro Paese ci sono 6 morti per overdose ogni 7 giorni, un milione di persone che utilizzano cocaina, una persona su cinque dai 15 ai 34 anni che utilizza regolarmente cannabinoidi e ogni monitoraggio evidenzia che il 68% delle persone che utilizzano cannabis poi utilizzano anche altre sostanze.

La situazione è drammatica anche perché nelle piazze di spaccio stanno dilagando l’eroina gialla e le droghe sintetiche, che sono oltre 730 tipi diversi in Europa e in Italia e che stanno veramente devastando non solo le persone di 30 o 40 anni ma colpiscono un target bassissimo d’età: si inizia infatti a utilizzare queste sostanze a 14-15 anni e si inizia ad avere una dipendenza importante già a quell’età. I fatti di Rovereto piuttosto che del ‘parco del buco’ di Tor Bella Monaca non sono esempi isolati, ma raccontano una situazione difficile che fa sì che la dipendenza faccia parte della vita delle nuove generazioni”.

“Noi – conclude BELLUCCI – non ci stiamo a questo silenzio spesso assordante, a questa mancanza di attenzione, non ci stiamo a credere che per vivere, per affrontare la relazione con gli altri e le proprie angosce bisogna avere una sostanza per tirarsi su: non crediamo sia questo il modo giusto per sostenere gli italiani e i più giovani. Noi crediamo in una vita libera dalle droghe, crediamo nel fatto che all’interno delle relazioni e stringendosi l’uno con l’altro si possa affrontare la vita e le difficoltà e ci si possa divertire in maniera sana. In questa piazza ci sono volontari, persone che hanno deciso di impegnarsi per aiutare l’altro, per tendere la mano ai più fragili e credo che ogni politico e le istituzioni tutte dovrebbero essere al loro fianco per dire no alla droga senza se e senza ma”.

[VIDEO] Intervista a Radio Radicale, Bellucci (FDI): “Chiediamo al Governo un imponente piano di lotta alla droga”

In occasione della 32^ Giornata Mondiale di Lotta alla Droga siamo scesi in piazza Montecitorio per chiedere al Governo un imponente piano di lotta alla droga.

Ascoltate l’intervista rilasciata a Radio Radicale, realizzata da Lanfranco Palazzolo.

DROGA. BELLUCCI (FDI): EMERGENZA SOCIALE, SERVE PIANO IMPONENTE

DROGA. BELLUCCI (FDI): EMERGENZA SOCIALE, SERVE PIANO IMPONENTE/FOTO FOCUS MONTECITORIO

(DIRE) Roma, 26 giu. – “La droga è un’emergenza sociale, chiediamo un imponente piano di lotta alla droga, lo chiediamo da un anno e anche oggi che è la giornata mondiale di lotta alla droga”.

Così la deputata di Fratelli d’Italia, Maria Teresa BELLUCCI, partecipando ad un sit-in, promosso davanti a Montecitorio insieme ad un gruppo di volontari. La responsabile nazionale del Dipartimento dipendenze di Fratelli d’Italia spiega:

“Siamo qui per dichiarare il nostro impegno per una vita libera dalle droghe. In Italia purtroppo la droga un’emergenza sociale: muoiono 6 persone ogni 7 giorni, un milione di italiani usano in maniera abituale la cocaina e una persona su cinque tra i 15 e i 34 anni fa uso di cannabinoidi.

Le ricerche ci dicono che il 68% di chi utilizza cannabis utilizza poi una sostanza diversa, stupefacente. Infine, le piazze di spaccio sono piene di droghe sintetiche, se ne calcolano 720 tipi diverse”.

Insomma per Fdi “non si può essere complici di questo silenzio assordante. Scendiamo in piazza per dire No alla droga senza se e senza ma”. Le richiesta al governo è quella di “un piano di lotta alle droghe. Chiediamo il rifinanziamento del fondo nazionale di lotta, utilizzando il 5% di quello che lo Stato incassa dal gioco d’azzardo, dal tabacco e dall’alcool”.

Anche la cannabis light è un fenomeno allarmante: “Questi negozi vanno incontro a consumatori inconsapevoli, poi c’è una questione di accumulo. Infine, oltre al dato medico e scientifico, c’è una questione di avvicinamento culturale a qualcosa che si crede normale, mentre si tratta di sostanze psicotrope”. (Tar/ Dire)

Droga, Bellucci (FdI): È emergenza, politica ascolti operatori sociale 

 È emergenza, politica ascolti operatori sociale

Relatori Convegno Il Futuro del Sistema dei Servizi a 30 anni dal DPR 309/90

20 giu. (LaPresse) – “Ho fortemente voluto riunire alcune tra le maggiori realtà del servizio pubblico e del privato sociale per ascoltare le loro richieste e le loro necessità nell’ambito del contrasto alla droga e alle dipendenze. Oggi alle 15 hanno preso avvio i lavori del convegno ‘Il futuro del sistema dei servizi a 30 anni dal DpR 309/90’ presso la sala delle Conferenze della Camera dei deputati per fare il punto della situazione italiana in vista della 32esima Giornata mondiale di Lotta alla Droga che si celebrerà il 26 giugno 2019”.

È quanto dichiara in una nota Maria Teresa Bellucci, deputato e capogruppo per Fratelli d’Italia in commissione Affari sociali della Camera e responsabile nazionale del dipartimento Dipendenze di FdI.

“I dati riportati dalla Relazione Europea sulla Droga del 2019, redatta dall’Osservatorio Europeo delle Droghe e delle Tossicodipendenze, certificano che in Italia il consumo di sostanze stupefacenti è costantemente in crescita – prosegue Bellucci -. In particolare, la nostra Nazione è al terzo posto in Europa per uso di cannabis e al quarto per uso di cocaina, muoiono 6 persone ogni sette giorni per overdose e il dato è assolutamente sotto stimato, nelle piazze di spaccio si è arrivati a 92 tipi diversi di droghe sintetiche.

Tra gli stupefacenti più consumati possiamo notare una crescita della pericolosità della sostanza in relazione all’età: in media la prima assunzione di cannabis è a 17 anni, mentre la prima assunzione di cocaina è a 23 e di eroina a 24. Questo dato ci dice che la cannabis è il punto di partenza per buona parte degli assuntori di stupefacenti, che dunque deve diventare il punto di partenza per la lotta e il contrasto alla droga.

Sono sconcertata di come in questi mesi – sottolinea Bellucci – il governo giallo-verde abbia proposto molti proclami e pochi fatti concreti, finanziamenti spot, scarsi e scoordinati. Ritengo che un Governo serio dovrebbe partire dall’ascolto gli operatori del settore pubblico e del privato sociale attraverso l’organizzazione della Conferenza nazionale sulle dipendenze assente da 10 anni, il finanziamento del fondo nazionale per le dipendenze e la revisione della 309/1990 sulla base dei nuovi modelli di consumo di droghe e delle dipendenze.

Fratelli d’Italia continuerà a battersi con determinazione per tutelare il diritto alla salute degli italiani e la vita libera dalle droghe”, conclude l’esponente di FdI.

DROGA. ‘UN’EMERGENZA SOCIALE’, DOMANI ALLA CAMERA CONVEGNO FDI

DROGA. ‘UN’EMERGENZA SOCIALE’, DOMANI ALLA CAMERA CONVEGNO FDI ORGANIZZATO DA BELLUCCI, APRE I LAVORI GIORGIA MELONIconvegno giornata mondiale lotta alla droga

(DIRE) Roma, 19 giu. – In vista della Giornata Mondiale di Lotta alla DROGA del 26 giugno, domani, giovedì 20 giugno, si terrà il Convegno “Il futuro del sistema dei servizi a 30 anni dal DPR 309/90”, dalle ore 15.00 alle 18.00 presso la Sala delle Conferenze della Camera dei Deputati – Palazzo Theodoli Bianchelli, Piazza del Parlamento 19.

“Sono ormai passati quasi 30 anni – spiega una nota – dal dpr 309/90 e quasi 20 anni dalla legge 45/99. Il presente Convegno vuole offrire un contesto di ascolto e riflessione agli operatori ed esperti dei servizi del pubblico e del privato sociale, a fronte dell’assenza decennale della Conferenza Nazionale sulle droghe e in vista di una riforma del sistema di interventi, ormai non più procrastinabile, per rimettere al centro del dibattito politico ed istituzionale un’emergenza sociale che, per troppi anni, è stata avvolta dal silenzio nonostante mieta migliaia di vittime”.

Introduce l’on. Maria Teresa Bellucci, promotrice del convegno e responsabile nazionale Dipartimento dipendenze di Fratelli d’Italia. Contributo di apertura dell’on. Giorgia Meloni, presidente Fdi. Saluti istituzionali dell’on. Fabio Rampelli, vice presidente della Camera, e dell’on. Francesco Lollobrigida, capogruppo FDI alla Camera dei Deputati

FEMMINICIDIO, BELLUCCI (FDI): ANCORA MOLTO DA FARE, OLTRE A LEGGI SERVONO FONDI

ANCORA MOLTO DA FARE, OLTRE A LEGGI SERVONO FONDI

(9Colonne): “Contro il femminicidio c’è molto ancora da fare perché sono necessari i fondi per far sì che quelle parole bellissime che ci sono nelle leggi possano diventare atti concreti. Noi lo vediamo anche con la legge del Codice Rosso, che è stata approvata alla Camera e purtroppo ora è ferma al Senato da aprile e ancora non vede la luce: anche quella legge che vuole velocizzare l’iter di indagine e che aumenta la pena in caso di vittime sulle donne in realtà è senza fondi”.

Lo dice a NoveColonne Maria Teresa BELLUCCI, di Fratelli d’Italia, a margine della conferenza stampa per il contrasto alla violenza sulle donne organizzata con Modavi, il Movimento delle associazioni di volontariato italiano). “Si vogliono attuare queste cose ma senza immaginare fondi che possano sostenere le forze dell’ordine, i tribunali i servizi sociali e gli operatori addetti – spiega BELLUCCI – Se continuiamo a emanare legge senza una previsione di spesa adeguata inevitabilmente creiamo delle leggi del tutto monche e prive delle volontà di intervenire”.

DROGA: BELLUCCI (FDI), ‘BOOM EROINA GIALLA A ROMA, CHIUDERE CANNABIS SHOP’

BOOM EROINA GIALLA A ROMA, CHIUDERE CANNABIS SHOP

eroina gialla

(AdnKronos) “Mentre il governo tentenna ancora sulla chiusura dei cannabis shop, nonostante una sentenza della Cassazione abbia deciso che è reato commercializzare i prodotti derivati dalla cannabis cosiddetta light, nella Capitale è boom di eroina gialla. Come riportato anche dalla stampa, con 30 euro a dose ci si può sballare, e così l’illegalità continua ad incrementare il circuito dello spaccio e il giro d’affari indotto.

Ringraziamo le Forze dell’Ordine che dopo un certosino lavoro investigativo hanno assicurato alla giustizia i responsabili”.

Lo dichiara in una nota Maria Teresa BELLUCCI, deputato di Fratelli d’Italia e responsabile nazionale del dipartimento Dipendenze.

“La droga è droga. Punto. Il governo cominci a dare seguito alla cessazione della vendita e della commercializzazione dei prodotti derivanti dalla coltivazione della cannabis sativa light e dia aiuti concreti alle Forze dell’Ordine per continuare a contrastare il dilagare dell’eroina gialla”, conclude BELLUCCI. (Stg/AdnKronos)