Il Governo si disinteressa delle politiche antidroga

A leggere il bilancio di previsione della Presidenza del Consiglio dei Ministri, in merito alle politiche antidroga, c’è da rimanere allibiti. Tra le pieghe del documento spuntano oltre 146mila euro da impegnare per la conferenza triennale sui problemi connessi alla tossicodipendenza. In realtà sembra tanta fuffa e fumo negli occhi, poiché le voci relative agli indicatori sulle capacità di spesa e realizzazione sono a zero. Forse perché il Governo Conte sa già che non porterà mai a termine la realizzazione della conferenza triennale che per legge si dovrebbe tenere ogni tre anni e che non si celebra dal 2009? Se così fosse sarebbe non solo grave ma altrettanto irresponsabile, visto che in Italia le morti per droga sono drammaticamente in aumento, anche tra gli adolescenti e i giovanissimi come dimostrano i recenti fatti di Terni, e che siamo primi in Europa per uso di cannabis tra gli studenti e terzi per cocaina. Dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri un impegno all’acqua di rose, un bilancio previsionale che conferma amaramente quanto denunciato da Fratelli d’Italia, ovvero che in materia di lotta alle droghe e di contrasto alle dipendenze patologiche questo Governo non ha intenzione di fare un bel niente. Vergogna’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo di posta elettronica non sarà pubblicato.