Con l’ok Regione Lazio alla pillola Ru486 in day hospital donne sempre più sole

OK A PILLOLA RU486 FUORI DA OSPEDALI RESPONSABILITÀ DI CONTE E SPERANZA

 

La Regione Lazio amministrata da Zingaretti, peraltro segretario del Pd al governo con il M5S, ha recepito le nuove linee d’indirizzo del ministero della Salute per l’utilizzo della pillola abortiva “Ru486” anche fuori dal ricovero ospedaliero, ovvero nei consultori, negli ambulatori e nei day hospital. Una decisione di cui il premier Conte e il ministro Speranza  sono i principali responsabili e che lascia le donne sempre più  sole in una scelta così difficile e sofferta. Una battaglia che Fratelli d’Italia ha condotto con determinazione in Parlamento attraverso un’interrogazione proprio sulla pillola abortiva “Ru486”, perché somministrarla senza ricovero ma in consultorio o in ambulatorio, mandando la donna sola a casa dopo mezz’ora, mette a rischio la salute stessa delle donne. Assistiamo sempre più alla costruzione da parte della sinistra di servizi sanitari e sociali a basso costo che non puntano sulla protezione della vita e della salute fisica e psicologica delle donne. Fdi continuerà a battersi per la tutela della vita dal concepimento alla morte.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo di posta elettronica non sarà pubblicato.